ImageImageAfter leaving Sacramento early in the morning, and a quick stop in Napa for some delicious wine, we arrive in San Francisco!

We are staying at Hotel Rex, which is just a few steps from Union Square.

This place is perfect! Great service, nice people, and the library bar downstairs with its 20’s style, books and live jazz, is just delightful.

We start to discover the city following the Barbary Coast Trail, which takes you all the way from the visitor center in Downtown to the Fisherman Wharf through Chinatown, the Financial District and the panoramic view on Telegraph Hill.

All you need to do is follow the metal marks on the road, simple and awesome!

Image

Image

ImageImageImageImage

I fell in love with Chinatown! It is the largest outside Asia, and the best hat I have seen so far!

I have read that it is considered really touristic, but it looks so colorful and much more authentic than others.

ImageImageImageImageImageImage

On our way back we decide to walk down Lombard street to enjoy the view from the top of the famous curvy Crooked street.

It is crazy how this city is built following the shape of the hills.

From what I read, in 1890, after the big gold rush, San Francisco has been modernized and beautified. It wanted to be the Paris of the west.

Unfortunately the massive earthquake of 1906 destroyed over 80% of the city, but 9 years later, in occasion of the Panama Pacific International Exposition, a new rebuilding project started and the intention to make this city beautiful and unique, is still visible today.

ImageImageImage

Some of the older buildings are in the south, in Mission District, where we get lost between the many unique shops and cafes. We chill for a while in Dolores Park to enjoy the sun and then we keep walking in this area soaked in Spanish culture.

We then go up to the SOMA to go to the contemporary art museum, which is unfortunately closed, but we still enjoy a walk between the newer building and the Embarcadero where we sit while the sun is setting.

ImageImage

 

Image

ImageImageImage

Before we leave, we manage to have a quick tour of the hippy area in Height Ashbury, which is nice but not too impressive in my opinion.

We then leave San Francisco passing through the Golden Gate Bridge and stop at the Point Bonita lighthouse, from where you can enjoy an amazing view of the city skyline…if the fog lets you.

Our 3 days in San Francisco are already over.

Next destination? San Jose!

ImageImageImageImage

Dopo aver lasciato Sacramento, e una breve sosta a Napa per degustare del vino delizioso, arriviamo a San Francisco!

Soggiorniamo presso l’Hotel Rex, che si trova a pochi passi da Union Square.

Questo posto è perfetto! Ottimo servizio! E il library bar al piano terra con il suo stile anni ’20, libri e musica jazz dal vivo, è semplicemente delizioso.

Iniziamo a scoprire la città seguendo il Barbary Coast Trail, che ci guida dal centro visitatori downtown al Fisherman Wharf attraverso Chinatown, il quartiere finanziario e Telegraph Hill da dove si gode della vista panoramica.

Tutto quello che dovete fare, è seguire le indicazioni lungo la strada. Semplice e fantastico!

Mi sono innamorato di Chinatown! È la più grande al di fuori dell’Asia e la migliore che io abbia visto!

Avevo letto che è considerata molto turistica, ma l’ho trovata molto più autentica di altre e super colorata.

Sulla via del ritorno decidiamo di camminare lungo Lombard Street per godere della vista dalla cima della sinuosa Crooked street.

E ‘ pazzesco come questa città sia costruita seguendo la forma delle colline.

Da quello che ho letto, nel 1890, dopo la grande corsa all’oro e l’espansione di San Francisco, ha avuto inizio un progetto di modernizzazione e abbellimento della città, che voleva essere la Parigi dell’Ovest.

Purtroppo il terremoto del 1906 ha distrutto l’80% della città, ma 9 anni dopo, in occasione dell’ Esposizione Internazionale di Panama Pacific, un nuovo progetto di ricostruzione ebbe inizio con l’intenzione di rendere questa città unica e bella.

Alcuni degli edifici più vecchi sono nella zona sud, nel Mission District, dove ci perdiamo tra i numerosi negozi, caffetterie e bar. Ci rilassiamo per un po’ in Dolores Park per goderci il sole e poi continuiamo a camminare in questa zona imbevuto di cultura spagnola.

Passiamo poi alla SOMA per andare al museo di arte contemporanea, che purtroppo è chiuso, ma godiamo comunque di una passeggiata tra i nuovi edifici e l’ Embarcadero, dove ci sediamo mentre il sole sta tramontando.

Prima di partire, riusciamo a fare un rapido tour della zona hippy in Heigh Ashbury. La zona e’ bella ma non troppo impressionante a mio parere.

Lasciamo San Francisco passando per il Golden Gate Bridge e fermandoci al faro di Point Bonita, da dove si può godere di una splendida vista sulla città … nebbia permettendo.

I nostri tre giorni a San Francisco sono già finiti.

Prossima destinazione? San Jose!