Singapore (1 of 1)

A smiling voting system in the toilets, relaxing music, a butterfly garden, a fountain with fishes, incredible cleanliness…and this is just the Singapore’s airport. As much as I hate flying, thinking about my stopover at the Changi airport, always makes me feel better already. But this is just one of the many things that I love about Singapore.sin-changi-airport

I guess that with just 6.5 million people, the state is pretty easy to manage and this probably helped the governmental initiatives that in the last 10 years have been focusing on improving the country. The tourism industry, financial service, digital media and biomedical resource are in continuous development.

 I have to say that for what I saw, this effort is working very well from any point of view, and this little state is becoming one of the best places to live in. The corruption-free environment, skilled workforce, low criminality and the low tax rate attracts a large amount of foreign investments, creating a city in which you can find a massive international mix and you can match any kind of lifestyle.

Do you want to lose yourself in bright colors, the smell of curry and lots of flowers? Well, Little India is the place for you. Do you like to enjoy a drink outside with some live music? You can run to Arab street. If you are like me and you like to spend hours looking at millions of souvenirs that you will never buy, you can go to Chinatown. If you prefer a kind of fancy after work atmosphere, there is the Clarke Quay. And finally if you have money to spend you can do it at the Marina.

Basically there’s something for everyone and the small dimension of the city, helps you to go from one place to the other with no trouble.

 I love it!

Now, probably someone can complain about the fact that in this “funpark” you are not allowed to have much fun considering the very tough law.  The prohibitions in Singapore are many and you can go from the “no eating in public rule,” to the “forbidden chewing gum” to the “death penalty for drug dealing and murdering.”  Ok, maybe it is a bit extreme but honestly, I think that a $300 fine for littering would definitely stop people from spreading their rubbish everywhere polluting their beautiful land; like I saw too many times in other countries.

I agree with many people when they tell me that the death penalty is too much but there are too many countries, Italy on top of the list, where it is so easy to escape the law, where everybody feels free to do whatever they want because nothing will happen, where the politicians are the first to give this example.

Singapore has one of the lowest crime rates in the world. Its good economy also comes from a meritocracy system free from corruption: “The system of meritocracy in Singapore ensures that the best and brightest, regardless of race, religion and socio-economic background, are encouraged to develop to their fullest potential. Everyone has access to education, which equips them with skills and knowledge to earn a better living.” This is what the ministry of education says. So, maybe it’s time that we learn something from them; why applying those basic rules to the society has to be that hard? Maybe the “Disneyland with the death Penalty” (as William Gibson called it) has actually a lot to teach us.

singapore landscape (1 of 1)

 

 

 

Il sistema di valutazione sulla qualità dei bagni composto da smiles, la musica rilassante, il giardino delle farfalle, la fontana con pesci, la pulizia incredibile … e questo è solo l’aeroporto di Singapore. Per quanto io odi volare, pensando alla mia sosta presso l’aeroporto Changi mi fa sentire già meglio. Ma questa è solo una delle tante cose che amo di Singapore.

 Immagino che con solo 6,5 milioni di persone, lo stato sia piuttosto facile da gestire e questo probabilmente ha aiutato le iniziative governative che negli ultimi 10 anni si sono concentrate sul miglioramento del paese. L’industria del turismo, dei servizi finanziari, dei media digitali e delle risorse biomediche sono in continuo sviluppo.

 Devo dire che per quello che ho visto, questo sforzo sta funzionando, e questo piccolo stato sta diventando uno dei luoghi in cui vivere. L’ambiente privo di corruzione, forza lavoro qualificata, bassa criminalità e la bassa pressione fiscale attira una grande quantità di investimenti esteri e crea una città in cui è possibile trovare un massiccio mix internazionale e dove si può scegliere  qualsiasi tipo di stile di vita.

 Vuoi perderti in colori vivaci, l’odore di curry e un sacco di fiori? Beh, Little India è il posto per te. Ti piace gustare un drink all’aperto con musica dal vivo? Allora dovresti correre ad Arab street. Se sei come me e ti piace trascorrere ore a guardare milioni di souvenir che non comprerai mai perchè non hai spazio, dovresti andare a Chinatown. Se preferisci un’atmosfera un pò più elegante, da dopo lavoro, c’è Clarke Quay. E infine, se hai soldi da spendere puoi farlo presso la Marina.

 Fondamentalmente c’è qualcosa per tutti e la piccola dimensione della città aiuta ad andare da un posto all’altro senza problemi.

 I love it!

 Ora, probabilmente, qualcuno può lamentarsi del fatto che in questo “funpark” non ti è permesso divertirti molto considerando la legge molto dura. I divieti di Singapore sono molti e si può andare dal “non mangiare in zone pubbliche”, alla “gomma da masticare vietata” fino alla “pena di morte per traffico di droga e omicidio.” Ok, forse è un po ‘estremo, ma onestamente, penso che 300$ di multa se lasci immondizia in strada, sarebbe sicuramente utile ad impedire alla gente di gettare la loro spazzatura ovunque, inquinando la loro bella terra ancora più come ho visto troppe volte in Malesia.

 Sono d’accordo con molte persone quando mi dicono che la pena di morte è troppo, ma ci sono troppi paesi, l’Italia in cima alla lista, dove è così facile sfuggire alla legge, dove ognuno si sente libero di fare ciò che vuole, perché non succederà nulla, dove i politici sono i primi a dare l’esempio ( vedi il caso Mose che impazza in questi giorni, giusto per fare un esempio.)

 Singapore ha uno dei tassi di criminalità più bassi al mondo, la sua buona economia viene anche da un sistema di libero da corruzione e basato sulla meritocrazia: “Il sistema di meritocrazia a Singapore assicura che la migliori e più brillanti, senza distinzione di razza, religione e background socio-economico, sono incoraggiati a sviluppare il loro pieno potenziale. Tutti hanno accesso all’istruzione, che li equipaggia con le competenze e le conoscenze per guadagnare una vita migliore “. Questo è ciò che dice il ministero dell’istruzione.

Quindi forse è tempo che impariamo qualcosa da loro; perchè deve sempre essere così difficile applicare delle regole basiche alla società?

Forse, alla fine, la “Disneyland con la pena di morte” (come William Gibson l’ha definita), ha in realtà molto da insegnarci.